Albino Luciani: il 4 settembre a San Pietro la beatificazione

E’ giunta oggi, 23 dicembre, la notizia della data della beatificazione di Giovanni Paolo I – Albino Luciani: sarà beatificato in San Pietro da papa Francesco domenica 4 settembre 2022. «Sono davvero molto contento che finalmente sia stata fissata la data della beatificazione di papa Luciani»: con queste parole mons. Corrado Pizziolo, vescovo della diocesi di Vittorio Veneto, commenta a caldo, nel giorno del suo compleanno, la notizia della data della beatificazione del suo predecessore (Luciani fu vescovo di Vittorio Veneto – lo ricordiamo – per 11 anni, dal 1959 al 1970). «Qualche anticipo sulla possibile data – continua mons. Pizziolo – era stato ventilato tempo addietro in colloqui intercorsi tra le autorità civili del bellunese con papa Francesco. Sia il tempo che la data mi paiono quanto mai adatti. Per quanto riguarda la data, il 4 settembre, c’è tutto il tempo per prepararsi all’evento ed è collocata in un periodo abbastanza libero da altri impegni pastorali, che generalmente iniziano poco dopo. Anche il luogo è assolutamente adatto: Luciani è stato prete e vicario generale della diocesi di Belluno-Feltre, vescovo della diocesi di Vittorio Veneto e Patriarca di Venezia; tuttavia, in quanto papa – sebbene per soli 33 giorni – ritengo che la basilica di San Pietro, nella città di Roma, rappresenti la collocazione più adeguata della celebrazione della sua beatificazione. Sono stati proprio quei 33 giorni, infatti, che hanno fatto conoscere al mondo la levatura intellettuale e morale di Luciani». «Sono molto contento – ribadisce infine il vescovo Corrado – per la data e il luogo: ora, come diocesi di Vittorio Veneto, inizieremo a prepararci in modo più solerte per vivere questo appuntamento nel migliore dei modi».

La Causa di Albino Luciani come Confessore della fede si è aperta il 23 novembre 2003 nella diocesi di Belluno-Feltre e si è chiusa il 9 novembre 2017 con la proclamazione delle virtù eroiche. Con decreto del 13 ottobre 2021, è stato riconosciuto e sancito da papa Francesco il miracolo di una guarigione straordinaria attribuito all’intercessione di Giovanni Paolo I. Stando alla normativa canonica vigente, si dovrà attendere l’esito di un altro processo “super miro” (cioè su un altro miracolo) dopo la beatificazione per procedere alla canonizzazione. (Alessio Magoga)

Articolo tratto dal sito del settimanale diocesano di Vittorio Veneto