“Discepolo e maestro”: inizia il Biennio catechisti

Volendo venire incontro a diverse richieste e tenendo conto della positiva risposta dell’anno scorso ai corsi proposto in questa fascia oraria, da quest’anno il Biennio diocesano per catechisti “Discepolo e maestro” si sposta al mattino del sabato, dalle ore 9.00 alle 11.30, sempre in Seminario vescovile.
Il percorso formativo, che ha alle spalle ormai cinquant’anni di storia, cerca di adeguarsi progressivamente alle esigenze dei catechisti e alle indicazioni dei vescovi italiani: la struttura attuale tiene conto degli Orientamenti per l’annuncio e la catechesi, Incontriamo Gesù, pubblicati dalla CEI nel 2014, dove emerge l’identità di un catechista “discepolo e comunicatore”. Viene dato spazio ai contenuti (i quattro pilastri del catechismo) ma anche alla dimensione spirituale del catechista, alle relazioni fondamentali che è chiamato a tessere nel suo servizio ecclesiale, con Gesù, con i ragazzi e con gli adulti che incrocia: genitori, sacerdoti e operatori pastorali.
Il percorso richiede certamente un innegabile impegno, tuttavia la proposta ha ragione della sua audacia per il profilo entusiastico di chi vi partecipa: abbiamo visto in questi anni che diversi catechisti, concludendo il Biennio, maturano il desiderio di un ulteriore approfondimento nello studio e approdano alla Scuola di formazione teologica per laici, acquisendo sul piano pastorale quelle competenze utili per essere di valido supporto a parroci e catechisti e qualificandosi come Coordinatori della catechesi.
Il Biennio offre anche un sostegno formativo ai catechisti diocesani, attualmente impegnato nel delicato passaggio all’assunzione del Progetto Sicar, un progetto che non  consiste nella pubblicazione di nuovi sussidi ma in una rinnovata mentalità di annuncio della fede.
Per saperne di più