Archivi della categoria: Eventi arte e cultura

Fate discepoli tutti i popoli

TRINITÀ – ANNO B Mandati a battezzare l’umanità, di ogni tempo e di ogni luogo, nel mistero stesso di Dio, affinché ogni persona possa scorgere nel mondo il luminoso riflesso dell’infinito amore trinitario. Così noi ci riconosciamo immersi nel Padre, nel Figlio e nello Spirito, mentre la Trinità viene ad abitare nel nostro cuore, più intima a noi di noi stessi (don Luca Vialetto). Tomaso … Continua a leggere Fate discepoli tutti i popoli »

lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità

PENTECOSTE – ANNO B Un san Liberale ricamato sul piviale all’altezza della mano che regge la brocca per il battesimo: un dettaglio che racchiude tutto il senso dell’opera ma che i più non vedono neppure. La Verità tutta intera, a cui lo Spirito ci conduce, non consiste nella continua ricerca di novità o di “nuove” rivelazioni, ma nell’entrare con sempre maggiore profondità nell’unico Vangelo (Don … Continua a leggere lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità »

Asceso in alto, ha portato con sé prigionieri

ASCENSIONE – ANNO B Gesù ascende al Padre, sollevando due reti colme di prigionieri riscattati: tutti coloro che riconoscono i propri limiti, la propria solitudine e i propri peccati, e si aprono alla prospettiva di risorgere dalla propria morte. La terra entra con Cristo nel cielo ed il cielo si riversa sulla terra perché nessuna condizione umana sia condannata, ma per ogni uomo e donna … Continua a leggere Asceso in alto, ha portato con sé prigionieri »

Voi siete miei amici

VI DOMENICA DI PASQUA – ANNO B Gesù appoggia la mano destra sulla spalla dell’amico: si coinvolge nella sua umanità, ne condivide la sofferenza, come guida fraterna, ferma e sicura. La mano di Cristo sana, guarisce, consola e conforta. Il tocco di Cristo dona energia all’amico e lo rende capace di portare al mondo la sua benedizione: Cristo trasforma in benedizione le nostre fatiche, le … Continua a leggere Voi siete miei amici »

Ho altre pecore che non provengono da questo recinto

IV DOMENICA DI PASQUA – ANNO B Nella luce fioca del crepuscolo un gregge sta rientrando nell’ovile, mentre un gruppo di pecore attende sulla soglia del recinto. Solo l’amore gratuito, totale, libero e incondizionato del Pastore (e dei pastori) renderà possibile che anche le pecore disperse riconoscano la voce del Signore, varchino la soglia dello steccato e si riuniscano in un unico gregge (don Luca … Continua a leggere Ho altre pecore che non provengono da questo recinto »

Mostrò loro le mani e i piedi 

III DOMENICA DI PASQUA    Gesù insiste nel farsi toccare, la sua carne è vera, la tentazione, per le comunità cristiane di ogni tempo, è quella di ridurre il Risorto a un fantasma, perdere la sua carne. Le ferite sul corpo di Gesù sono il segno del suo amore, del dono totale della sua vita. Quelle che ora noi tocchiamo possono essere anche l’esatto contrario, … Continua a leggere Mostrò loro le mani e i piedi  »

Otto giorni dopo venne Gesù

II DOMENICA DI PASQUA – ANNO B In un cenacolo completamente oscuro, perché tenuto sigillato dalla paura dei discepoli, irrompe il Risorto. Le sue piaghe sono fonte di luce, attorno alle quali tutti (uomini e donne), e non solo Tommaso, si accalcano per contemplare, vedere e credere. Giovanni, in disparte, sembra sopraffatto dal sonno, ma in realtà, guidato dall’amore, lui non ha bisogno di vedere … Continua a leggere Otto giorni dopo venne Gesù »