Archivi della categoria: Notizie

venerdì 22 marzo - 20.30 -Chiesa di S. Martino Urbano (Treviso)

MEMORIA DEI MARTIRI VERSO LA PASQUA 2024

VEGLIA DI PREGHIERA ECUMENICA

Anche quest’anno la Comunità di S. Egidio di Treviso, mantenendo fede all’impegno preso nel Grande Giubileo del 2000, aiuta ad introdurci nelle celebrazioni della Settimana Santa con la veglia di preghiera ecumenica dei martiri contemporanei: fratelli appartenenti alle diverse Confessioni cristiane, appartenenti ad ogni stato di vita, che nei cinque continenti hanno vissuto nella loro carne i misteri pasquali che tra qualche settimana celebreremo.

L’appuntamento, sostenuto dall’ufficio diocesano per l’ecumenismo è per venerdì 22 marzo alle 20.30 nella Chiesa di S. Martino Urbano, assieme ai rappresentanti delle Comunità ortodosse Romena e moldava.

Locandina VEGLIA MARTIRI 2024 versione 2


Dietro a Cristo, insieme: partecipata veglia diocesana a Fontane

Un clima di comunione e di valorizzazione reciproca: è quello che emergeva lo scorso 24 gennaio, durante la veglia diocesana per l’unità dei cristiani, che si è svolta a Fontane di Villorba. Una sintonia data, probabilmente, anche dal lavoro comune, fatto in questi mesi per pensare e realizzare la celebrazione, da parte dei referenti delle diverse Chiese ortodosse, evangeliche e cattolica presenti nel nostro territorio. La veglia è stata divisa in tre momenti, che riprendevano le tre parti del brano scelto come icona per la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (Lc 10,25-37): il dialogo tra Gesù e il dottore della Legge su come ereditare la vita eterna, con la parabola del buon samaritano.
L’inizio, ospiti della comunità Battista, con il saluto del vescovo, Michele Tomasi, e il saluto e la preghiera curata dal pastore Alessandro Sanfelici, cui sono seguite la lettura del Vangelo da parte di padre George Mihai, parroco della parrocchia ortodossa romena di Cittadella – Galliera Veneta, e la riflessione di un giovane della comunità Battista. I canti, curati dal coro della Comunità, hanno sottolineato e accompagnato i testi e la preghiera.
La processione verso la chiesa parrocchiale di Fontane ha permesso di riflettere, sulla scorta del brano che descrive l’aggressione dei briganti all’uomo “che scendeva da Gerusalemme a Gerico”, sulle situazioni di sopraffazione e violenza che caratterizzano il nostro tempo, ma anche sulle scelte di carità e di aiuto fraterno, che non mancano nelle nostre comunità. Diverse le realtà sottolineate con preghiere e canti, o con le parole di papa Francesco: dall’attenzione ai fratelli nella stessa fede, alla cura delle persone fragili, a partire dagli anziani; e poi l’impegno di tante persone in servizi pastorali, di evangelizzazione, di educazione, di carità. E ancora, la preghiera per i giovani, per la fraternità e per la pace, per i poveri, i migranti, i rifugiati e le vittime di ogni guerra, affinché si compiano scelte di dialogo e di riconciliazione, e l’invito a percorrere con coraggio vie nuove di evangelizzazione, consapevoli che la prima testimonianza è la nostra vita quotidiana. Prima di entrare in chiesa a Fontane, l’offerta di un the caldo. Il brano del Buon Samaritano è stato, poi, commentato da padre Dusan Djucanovic, della chiesa ortodossa serba di Fiera, che ha riflettuto sul fatto che non si tratta tanto di capire chi è il Buon samaritano, ma di diventare il Buon Samaritano, un impegno per ciascuno, in vista dell’incontro più importante della nostra vita, quello con il Creatore. Il coro delle parrocchie di Lancenigo, Catena e Fontane ha accompagnato la celebrazione. Il Vescovo ha concluso sottolineando che l’invito di Gesù al giovane ricco, “Va’ e anche tu fa’ lo stesso”, è rivolto anche a noi. “Oggi stiamo facendo un gesto semplice, ma importante: ci stiamo riconoscendo gli uni gli altri come seguaci di Cristo. Questo dà senso, sapore e bellezza alla nostra vita, dà respiro ai fiati corti di questi nostri tempi così faticosi e dolenti”.
Il congedo è stato affidato a un gesto semplice: i diversi ministri hanno unto le mani dei presenti con quell’olio che il Samaritano ha versato sulle piaghe del povero. “Perché possiamo a nostra volta diffondere questo buon profumo – ha detto il Vescovo – e tornare nelle nostre case portando la bellezza dell’amore di Cristo per noi. Lui è il Buon Samaritano che si piega sulle nostre ferite”.

Articolo tratto dalla “Vita del popolo” del 4 febbraio 2024

 


Veglia ecumenica diocesana a Fontane il 24 gennaio: in preghiera per l’unità dei cristiani

I giorni che stiamo vivendo fanno parte della settimana tradizionalmente dedicata alla celebrazione di preghiere per l’unità dei cristiani. Questo tempo speciale, che va dal 18 al 25 gennaio, fu proposto nel 1908 da padre Paul Wattson, in quanto compreso tra la festa della cattedra di san Pietro e quella della conversione di san Paolo, e assume un forte significato simbolico legato a queste due celebrazioni. Dal 1975 la preghiera per l’unità si basa su un testo preparato da un gruppo ecumenico locale, la cui scelta è legata al tema biblico proposto dalla commissione Fede e Costituzione del Consiglio ecumenico delle Chiese e dal Dicastero per la Promozione dell’unità dei cristiani.
Il tema scelto per quest’anno è “Ama il Signore Dio tuo… e ama il prossimo tuo come te stesso” (Lc 10, 27) e il sussidio per la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani 2024 è stato preparato da un Gruppo ecumenico locale del Burkina Faso, coordinato dalla Comunità locale di Chemin Neuf. Il Burkina Faso sta vivendo una grave crisi che mina la sicurezza personale e sociale e che coinvolge tutte le comunità di fede. Le chiese cristiane, in particolare, sono state oggetto di attacchi armati da parte di gruppi estremisti: sacerdoti, pastori e catechisti sono stati uccisi. In questa situazione particolarmente delicata, sta però crescendo una certa solidarietà tra le religioni cristiana, musulmana e tradizionali, i cui leader si stanno impegnando per trovare soluzioni durature a favore della pace, della coesione sociale e della riconciliazione. La domanda che il dottore della Legge, nel brano evangelico scelto per la Settimana, pone a Gesù (“Ma chi è il mio prossimo?”) e l’invito a lavorare insieme per la redazione dei testi per la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani sfidano le diverse chiese del Burkina Faso a camminare, pregare e lavorare insieme nell’amore reciproco durante questo periodo difficile per il Paese. L’amore di Cristo che unisce tutti i cristiani è più forte delle divisioni e i cristiani del Burkina Faso si impegnano a percorrere la via dell’amore per Dio e per il prossimo.
In questi mesi, in diocesi, ha lavorato una commissione straordinaria locale, composta da alcuni sacerdoti delle parrocchie ortodosse, moldave e rumene presenti in diocesi, i pastori della chiesa battista Agape di Fontane di Villorba e dai membri dell’ufficio per l’Ecumenismo e il Dialogo interreligioso della nostra diocesi, con la collaborazione dell’Azione cattolica e della Comunità di Sant’Egidio. L’obiettivo era preparare la veglia diocesana per l’unità dei cristiani che si svolgerà mercoledì 24 gennaio. Anche grazie al notevole supporto della Collaborazione pastorale di Villorba, la veglia, presieduta dal Vescovo Tomasi, avrà uno svolgimento itinerante, partendo con un primo tempo di preghiera nella chiesa battista Agape di Fontane di Villorba (Largo Molino 36), per poi procedere, processionalmente, verso la chiesa parrocchiale di Fontane dove, dopo un secondo tempo di preghiera, troverà la sua conclusione con un momento di agape fraterno.

Oltre al momento diocesano, ci saranno anche le veglie locali: il 22 gennaio nella chiesa di San Giacomo (20.45) per la Collaborazione pastorale di Castelfranco Veneto e nella cripta del duomo di Montebelluna (20.45) per il vicariato di Montebelluna, il 23 nella chiesa di S. Michele arcangelo a Mirano (20.30), per il vicariato di Mirano e il 25 nella chiesa di Massanzago (20.30) per il vicariato di Camposampiero.

(Stefano Vescovi – da “La Vita del popolo” del 21 gennaio 2024)


VEGLIA DIOCESANA DI PREGHIERA PER L’UNITA’ DEI CRISTIANI

Mercoledì 24 gennaio ore 20.45

Lasciandoci guidare dal versetto di Luca “Amerai il Signore Dio tuo… e il prossimo tuo come te stesso” (Lc 10,37), partiremo dalla Comunità Battista Agape (Largo Molino, 36 – Fontane) e arriveremo presso la Chiesa parrocchiale di Fontane, pregando insieme per l’unità dei Cristiani e per la pace nel mondo.

In allegato la locandina della veglia con informazioni aggiuntive sulla veglia diocesana e sulle veglie zonali che si terranno in alcune parrocchie della nostra diocesi durante la Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani.

LOCANDINA_DEFINITIVA

 

Geolocalizzazione comunità Battista Agape:

https://maps.app.goo.gl/ShWQqbCETu3nKJC18

 


Iniziative formative per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso A.A. 2023-24

Segnaliamo alcune delle più significative proposte formative proposte da alcune istituzioni accademiche italiane per sviluppare la conoscenza nell’ambito ecumenico e/o interreligioso. Le proposte interessano varie tipologie di percorsi accademici (licenza e master) e possono essere seguiti son diverse modalità (online e/o in presenza). Tutte le informazioni possono essere reperite ai seguenti link:
Queste proposte si affiancano ai corsi su queste tematiche già presenti nell’offerta formativa dell’ISSR Giovanni Paolo I – Veneto Orientale attivo nella nostra diocesi (Chiese cristiane ed ecumenismo, Ebraismo, Buddismo, Seminario di Teologia delle religioni): https://www.issrgp1.it/ (voce “offerta formativa”)

 Sabato 30 settembre 2023

Veglia ecumenica “TOGETHER. Raduno del Popolo di Dio”

Apertura del Sinodo sulla sinodalità

 Sabato 30 settembre in Piazza San Pietro si è tenuta la Veglia ecumenica di preghiera “Together. Raduno del Popolo di Dio” alla presenza di papa Francesco e di leader delle Comunioni cristiane mondiali per affidare allo Spirito Santo i lavori della prima sessione della XVI Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi (4-29 ottobre 2023).
Nata da una proposta della Comunità di Taizé, la Veglia è stata organizzata in collaborazione con il Dicastero per la Promozione dell’unità dei cristiani e la Segreteria generale del Sinodo.
Nel link di seguito è possibile reperire il video della celebrazione, l’omelia del Santo Padre e l’elenco dei partecipanti.

Amerai il Signore Dio tuo ... e il prossimo tuo come te stesso" (Luca 10,27) 

“Settimana di preghiera per l’unita dei cristiani 2024

Il tema per la prossima Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (18-25 gennaio 2024) prende ispirazione dal dialogo tra Gesù e il dottore della legge che nel Vangelo di Luca precede la parabola del buon samaritano: “Amerai il Signore Dio tuo … e il prossimo tuo come te stesso” (Lc 10,37).
La preparazione delle preghiere e delle riflessioni è stata affidata ad un gruppo ecumenico del Burkina Faso comprendente i cattolici e le altre Chiese presenti nel Paese.
La situazione interna dello Stato africano è instabile a causa del colpo di Stato avvenuto nel 2022 e vi sono molte minacce alla pace e alla coesione sociale. La preparazione dei testi per la Settimana di preghiera in un periodo così difficile per la storia del Paese, ha contribuito a far riflettere il gruppo di redazione ecumenico sull’amore di Cristo che unisce tutti i cristiani e che è più forte delle divisioni confessionali.
Il Sussidio nazionale sarà inviato a tutte le parrocchie assieme al materiale per la pubblicizzazione Veglia ecumenica diocesana che sarà celebrata a Fontane di Villorba mercoledì 24 gennaio alle 20.45 e delle altre iniziative contestuali alla Settimana di preghiera.
Link a cui inviare (e a cui attingere anche foto):
Dallo stesso sito è possibile scaricare il sussidio nazionale che vi verrà comunque inviato.

Sabato 7 ottobre 2023 dalle ore 10.00 - Padova

Rivelazione di Dio nella terra di Abramo


Partenza da Ur alla scoperta delle radici comuni

La Commissione Spirito di Assisi e dalla Delegazione AssisiUr organizza mezza giornata di studio
in preparazione al primo pellegrinaggio interreligioso in Iraq in programma ad inizio novembre 2023
Propone una tavola rotonda con la partecipazione di:
VITTORIO BERTI – VALENTINO COTTINI – ALI ALTALQANI.
Modera: LUCA GERONICO
Presso l’aula magna della Scuola dei Rogazionisti (via Tiziano Minio 15, Padova)
Maggiori dettagli nell’allegato:

Visita in Moldavia e Romania

Luglio 2023

Nello scorso mese di luglio don Luca Pertile, delegato per l’ecumenismo, e p. Giovanni Ciobanu, parroco della parrocchia Ortodossa Moldava (Patriarcato di Mosca) di Treviso, sono stati impegnati per alcune settimana in una visita in Moldavia e Romania, nelle terre da cui provengono molte delle persone che compongono la Comunità della diaspora della nostra diocesi. Riportiamo le interviste con il vescovo cattolico latino di Chisinau, con la Comunità salesiana che da anni opera nella periferia della capitale, assieme ad un’introduzione che spiega il senso del viaggio e condivide alcune intuizioni che ne sono nate. Un grande grazie a p. Giovanni che ha reso possibile l’esperienza, frutto di un’amicizia fraterna con la nostra diocesi.

 

intervista don Andrea Ballan

intervista don Antonio Cosa