VI DOMENICA T.O. Ed egli, alzati gli occhi verso i discepoli, diceva..

Uomini, donne, bambini, giovani e vecchi, gli occhi fissi sul Maestro attenti a non perdere nessuna delle sue Parole. Cristo racconta le beatitudini senza i segni magniloquenti delle epifanie antiche, ma nel modo semplice e famigliare di un Dio che si fa prossimo, e in questo contesto, fin troppo umano, viene donata una legge nuova, straordinariamente divina (don Luca Vialetto).

Károly Ferenczy, “Discorso della montagna”, 1896, Galleria Nazionale Magiara, Budapest.