Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo

Questo contenuto non è disponibile per via delle tue sui cookie

ASCENSIONE DEL SIGNORE – ANNO A

Seguendo un’antica tradizione di Gerusalemme, il pittore ci mostra, che mentre Gesù sale al cielo, l’impronta dei suoi piedi si imprime profondamente nella roccia. Orme che diventano un simbolo ed un invito: cercare le tracce del passaggio di Dio incise dentro l’esistenza degli uomini e nella storia del mondo e non pregare un Dio, astratto e disincarnato, fissando ingenuamente le nuvole (don Luca Vialetto).
Pietro Muttoni detto della Vecchia “Ascensione di Cristo” 1653, Chiesa di San Teonisto – Treviso