Archivi della categoria: Eventi arte e cultura

Etica in famiglia

“Avreste voglia di fare qualcosa per voi due? Di dedicarvi del tempo? Di imparare strumenti per prendervi cura della vostra relazione coniugale?”

Il matrimonio cristiano e la coppia felice e generativa.

Questo il focus del libro “Alta fedeltà” di don Francesco Pesce che verrà presentato mercoledì 8 giugno alle ore 18,00 in libreria Paoline, Piazza Duomo, 1 Treviso.

 

 


Verrà allo stesso modo in cui l’avete visto andare in cielo

Questo contenuto non è disponibile per via delle tue sui cookie

ASCENSIONE

Cristo, sacerdote e agnello immolato insieme, entra definitivamente nel santuario del cielo, dando così compimento alla sua Pasqua. Con Lui la nostra umanità è portata nella comunione d’amore del Padre. Gesù abbandona questo mondo per essere accanto a noi in ogni tempo e in ogni luogo. Noi, sempre alla ricerca delle orme del suo passaggio, nella nostra vita e nella storia degli uomini, possiamo ritrovare il cielo imparando ad amare la terra (don Luca Vialetto).
Tavoletta di avorio (Italia settentrionale?) “Le donne al sepolcro e ascensione di Cristo” fine del IV secolo, Bayerisches Museum – Monaco.

Se uno mi ama, osserverà la mia parola

Questo contenuto non è disponibile per via delle tue sui cookie

VI DOMENICA DI PASQUA
Un angelo, un messaggio, una Parola che ti raggiunge e penetra nel cuore, portando con sé l’esperienza dell’amore di Dio. Il corpo vibra e si trasforma perché è divenuto dimora della Trinità ed il cuore si infiamma riempito di Spirito Santo. La persona non è più concentrata su di sé (egoismo), ma portata fuori, verso l’Altro e gli altri (letteralmente in estasi), e quella che sembrava la descrizione di un’esperienza unica, riservata a un’anima eletta, diventa la traduzione nel marmo del percorso e del senso di ogni esistenza cristiana raggiunta dall’Amore (don Luca Vialetto).
Gian Lorenzo Bernini “Estasi di santa Teresa d’Avila” 1645 -1652 , cappella Cornaro, chiesa di Santa Maria della Vittoria, Roma.

Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli

V DOMENICA DI PASQUA
Un gruppo di uomini desiderosi di vivere con una rinnovata radicalità il messaggio di Gesù si ritira nel deserto vicino a Tebe. L’ascolto della Parola e l’immersione nella preghiera si traducono in un brulicare di gesti d’amore. In questo quadro nessuno è solo ma c’è chi condivide il pane, chi soccorre il fratello, chi abbraccia il compagno … perché è nell’amore fraterno che risplende con verità il Vangelo (don Luca Vialetto).
Beato Angelico “Tebaide” 1420, Gli Uffizi, Firenze

Nessuno le strapperà dalla mia mano

IV DOMENICA DI PASQUA

Superata la soglia del mausoleo di Galla Placidia ci si trova in uno spazio “altro”, un luogo di eternità e pace, ci accoglie Gesù Buon Pastore, come bastone ha una croce d’oro: segno di vittoria sul peccato e sulla morte, la sua mano accarezza dolcemente il muso di una pecora in un gesto di affetto e accoglienza: la mano di Dio che ama e protegge dalla quale nessuno potrà mai strapparci (don Luca Vialetto).

Mosaicista bizantino “Gesù Buon Pastore”, 426 – 426, Mausoleo di Galla Placidia – Ravenna

Maestro, dove abiti? Venite e vedrete..

Il Duomo di Treviso dal 2 maggio all’11 luglio ospita alcune delle opere pittoriche che Walter Marin ha dedicato al tema Incontro.

E’ un tema di ampio respiro che coinvolge diversi aspetti del vivere umano e del quale il maestro ha colto le diverse prospettive in un percorso di crescita umana e spirituale che tocca la dimensione divina e terrena dell’essere artista contemporaneo.

Walter Marin, artista trevigiano, formatosi al liceo artistico di Treviso e poi all’Accademia di Belle Arti di Venezia, di cui frequenta il corso di Emilio Vedova, approfondisce diverse tecniche espressive, dal bianco e nero al colore, dalla grafica alla pittura.

La sua continua ricerca gli consente di spaziare dall’acquerello, all’affresco , all’olio su tela, cui aggiunge la sperimentazione su diversi materiali tra i quali resine, stucchi, legni pregiati e dorature.

Ha esposto in molte gallerie nazionali e internazionali, alcune delle sue opere sono presenti in musei e fondazioni . E’ inserito nei più importanti cataloghi d’arte italiani noncheé in diverse pubblicazioni d’arte anche internazionali.

L’artista in questo percorso espositivo, ci invita a intraprendere un cammino personale di riflessione sul tema dell’Incontro che, per ciascuno di noi , è denso di significati, declinati nel sentire più intimo.


Portate un po’ del pesce che avete preso ora

III DOMENICA DI PASQUA
Portate un po’ del pesce che avete preso ora.
Al Cristo Risorto, che torna a donarsi nel pane e nel pesce, Pietro porge il frutto della sua fede, del coraggio di tornare a gettare la rete sul lato destro. Con quel gesto Pietro dice a Gesù: “Anch’io ho fatto Pasqua con Te, Tu mi hai fatto passare dallo scoraggiamento alla speranza, dalla paura al perdono e nelle tenebre del fallimento mi hai donato una vita sovrabbondante, ed ora, di tutto questo con Te ne faccio Eucaristia”. Così nei luoghi del loro primo incontro si rinnovano chiamata e missione per aprirsi su nuovi, infiniti orizzonti.
p. Marko Ivan Rupnik – Atelier centro AlettiApparizione del Risorto al lago di Tiberiade”, 2014, refettorio al pontificio seminario francese – Roma