Per riuscire a vederlo, salì su un sicomòro

XXXI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO
Nascosto tra le fronde del sicomoro, Zaccheo scoprirà che più importante del vedere Gesù sarà lasciarsi raggiungere dal suo sguardo e dalla sua voce. Uno sguardo capace di scorgere la luce la dove gli altri vedono solo tenebra e una parola che, abbattendo le mura del suo cuore, gli donerà la gioia di riconoscersi non più pubblicano ma figlio (don Luca Vialetto).
Pittore romanico “Gesù incontra Zaccheo” sec. XI, chiesa di Sant’Angelo in Formis, Capua