Un profeta non è disprezzato se non nella sua patria.

Domenica 4 luglio 2021
XIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO B
Gesù suscita un profondo stupore, i suoi gesti e le sue parole sono portatori di novità, la sua persona infrange schemi e preconcetti in cui troppo spesso la vogliamo rinchiudere. Ma per gli abitanti di Nazareth la convinzione che sia solo il carpentiere e troppo forte e consolidata, fino ad arrivare a negare la vita pur di non cambiare l’idea, e rendere così inefficace la sua profezia (don Luca Vialetto).
Immagine: don Erasmo Magarotto “Profeta in patria”