La mia vita era cambiata tanto presto

Gerda Pressburger, in fuga con i genitori dalla follia nazista di metà Novecento, ha trascorso alcuni anni della sua vita a Montebelluna, presso la famiglia di Angelo Bressan, sotto il controllo delle autorità, in regime di “Internamento libero”.
All’inizio del 1944 i suoi genitori vengono arrestati e successivamente deportati ad Auschwitz da cui non faranno ritorno. Gerda, però, viene nascosta, salvata da monsignor Daniele Bortoletto e poi tutelata presso l’orfanotrofio Don Bosco di Guarda per essere consegnata, a guerra finita, ai famigliari residenti in Portogallo.
In questi ultimi decenni è stata cercata, ma senza esito: Gerda, nata nel 1934, è morta nel 2012. Sono state rintracciate le sue memoria che ora vengono consegnate alla memoria pubblica.