La preghiera del mese

Il Papa alle religiose e alle consacrate: “Mostrate la bellezza dell’amore e della compassione di Dio”

Il video del Papa di febbraio è appena stato pubblicato con l’intenzione di preghiera che Francesco affida a tutta la Chiesa cattolica attraverso la Rete mondiale di preghiera del Papa. Questo mese il Papa ringrazia per la missione e il coraggio delle donne religiose e consacrate, e al contempo chiede di pregare per loro “affinché continuino a trovare nuove risposte di fronte alle sfide del nostro tempo”. In questa edizione – pubblicata con il sostegno e la collaborazione dell’Unione internazionale delle superiore generali (Uisg), che riunisce più di 1900 congregazioni religiose – Francesco rivendica il ruolo delle donne che si dedicano alla vita consacrata, e il suo messaggio è forte: “Cosa sarebbe la Chiesa senza le religiose e le laiche consacrate? Non si può capire la Chiesa senza di loro”.  In sintonia con il messaggio ribadito in innumerevoli occasioni nel corso del suo pontificato, Francesco chiede alle donne e alle religiose consacrate di centrare il proprio lavoro apostolico facendo advocacy “con i poveri, con gli emarginati, con tutti coloro che sono schiavizzati dai trafficanti”. Il video del Papa di questo mese, attraverso filmati e fotografie, racconta proprio il loro impegno a tutto tondo: in mezzo ai popoli nativi, accanto ai bambini di strada, nei villaggi dove mancano cibo e medicine, tra i migranti e i disoccupati, al fianco delle vittime di tratta. Senza dimenticare, poi, il loro grande contributo intellettuale e civile: religiose e consacrate insegnano infatti nelle università, partecipano ai summit internazionali per l’ambiente, tentano mediazioni nelle situazioni di crisi politiche. Nel video Papa Francesco riconosce anche e che a volte le religiose vengono “trattate ingiustamente, anche all’interno della Chiesa”. Per questo, le esorta a lottare e a non scoraggiarsi e chiede loro di continuare a mostrare “la bellezza dell’amore e della compassione di Dio come catechiste, teologhe, accompagnatrici spirituali” e “attraverso le opere apostoliche che compiono”. In base alle statistiche pubblicate dall’agenzia Fides nel 2021, in tutto il mondo ci sono più di 630 mila religiose.

Questo contenuto non è disponibile per via delle tue sui cookie