L’incontro con il papa: un momento davvero speciale

Il fuori programma del Santo Padre, al termine dell’udienza di mercoledì scorso, ha riempito di entusiasmo e commozione il nostro seminario: infatti il papa è sceso dai nostri ragazzi, li ha salutati stringendo loro le mani, e si è fermato per delle foto e qualche parola con il Vescovo Mons. Gardin, e con il rettore don Pierluigi.
 
Le quattro comunità (medie, superiori, vocazionale e teologia) erano tutte insieme a vivere il pellegrinaggio a Roma, in contemporanea alla diocesi: tre giorni molto intensi, culminati con l’udienza di mercoledì, l’Eucaristia in basilica e la professione di fede alla tomba di Pietro.
 
Se la foto con il papa, e la possibilità di salutarlo così da vicino hanno entusiasmato i seminaristi, a commuoverli sono state le parole che egli ha detto al rettore, e cioè un forte invito a “formare preti in gamba… uomini misericordiosi!”, seguito dalla richiesta di accompagnare il suo ministero con la preghiera.
 
La gioiosa fraternità dei tre giorni a Roma, la contentezza per l’incontro con il Santo Padre, e la forza dei messaggi ricevuti in quei giorni, sono stati davvero una bella carica per prepararci a cominciare il nuovo anno comunitario con energia e positività!
Venerdì 12 Settembre 2014
 
 

 
Incontro con Padre Rupnik: la vita spirituale come comunione.
 

 
Durante il pellegrinaggio a Roma di settembre, le comunità del seminario Maggiore hanno fatto tappa anche al Centro Aletti, Atelier dell’arte spirituale, sede della creazione di bellissimi mosaici. Dopo una breve visita, hanno avuto l’occasione di incontrare Padre Rupnik, sacerdote gesuita, direttore del Centro.
Con parole profonde e con stile chiaro, Padre Rupnik ha parlato della vita e del rapporto tra lo spirituale e il materiale. Egli ha ricordato come la vita spirituale sia qualcosa che coinvolga tutta l’esistenza umana, rendendosi manifesta in particolare nella dinamica della comunione.

File audio dell’intervento di Padre Rupnik (21 MB)