Tre giorni a Roma “al soffio dello Spirito” per 1.500 cresimati da tutta la diocesi insieme al Vescovo

Lunedì 1° aprile, giorno di Pasquetta, di buon mattino e sotto la pioggia, più di 1.523 pellegrini da tutta la diocesi, ragazzi e ragazze di terza media con i loro catechisti e animatori, accompagnati dal Vescovo e da alcuni preti e cooperatrici pastorali, sono partiti alla volta di Roma. Un pellegrinaggio diventato ormai tradizionale e “riconoscibile” grazie al titolo “Al soffio dello Spirito”.

I giovanissimi, provenienti da una quarantina di parrocchie o Collaborazioni pastorali, divisi in 27 pullman, si sono ritrovati per la prima tappa del loro viaggio a San Paolo fuori le Mura, dove mons. Tomasi li ha invitati a mettersi in gioco ponendosi in ascolto dello Spirito santo, alla scoperta di una “santa compagnia”: saranno, infatti, una ventina i santi o testimoni la cui memoria è presente nella Chiesa di Roma che i ragazzi “incontreranno” nei racconti e nelle testimonianze. La giornata di martedì sarà dedicata a un intenso itinerario a piedi dal Colosseo a San Pietro per concludersi con la gioia di poter celebrare l’Eucaristia nella Basilica di San Pietro. L’ultimo giorno, mercoledì 3 aprile , sarà caratterizzato dell’incontro con papa Francesco nell’udienza generale dove non mancherà il colpo d’occhio delle maglie arancioni dei trevigiani. Un bel segno pasquale, per le comunità cristiane della diocesi, il pellegrinaggio, che è promosso da ufficio Catechistico e Seminario.